Come fosse tua – teaser del prossimo racconto su Narrabit

010_a pescaDue anziani su una vecchia motocicletta cromata ci passarono accanto. La donna si girò verso di noi e aggrottò la fronte, chiedendosi probabilmente cosa ci facessero due forestieri in quel posto dimenticato da Dio, da cui tutti stavano fuggendo. Sotto il casco sverniciato indossava un cappello da baseball scolorito dall’usura. L’uomo le toccò una gamba per avvisarla e lei si strinse alla sua vita. Il semaforo divenne verde e ripartirono. Li seguimmo alla ricerca di una zona ancora abitata dove distribuire provviste e medicine. Serpeggiammo per un quarto d’ora fra strade di erba e fango. Nella piazza centrale due bambini con i calzoni arrotolati alle ginocchia attraversavano a piedi nudi il selciato allagato. In mano avevano una vecchia canna da pesca e una busta di plastica spessa che si agitava al ritmo agonizzante delle loro prede.

Lunedì 24 marzo il primo di 2 episodi su http://narrabit.wordpress.com/


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: