10 buoni motivi per non votare PD

Una premessa è d’obbligo. Si tratta di un’analisi che tende a demitizzare il credo cieco di alcuni in quello che ritengo il più serio pericolo per questo Paese. Con questo non intendo incoraggiare il voto per nessuna delle altre compagini maggioritarie. Berlusconi e i suoi si commenta da solo. Monti e i suoi si commentano aprendo la finestra e guardando in che stato è il nostro paese.

Ciononostante la vittoria del PD contribuirebbe a sospendere l’indignazione di molti che interpretano la politica con un misto di tifo calcistico e fede religiosa. E una volta sospesa l’indignazione anche le persone intelligenti finiscono per sospendere lo spirito critico e per abbassare il livello di guardia. E il gioco dei potenti diventa più forte, pervasivo e letale.

1)      Sono i padri dell’euro e non hanno nessuna intenzione di mettere in discussione questo dogma. Mentre addirittura i conservatori britannici pensano a uscire dall’unione (e loro hanno addirittura una moneta sovrana) Bersani & Co non rinuncerebbero a Bruxelles nemmeno se glielo dicesse lo spirito di Berlinguer.

2)      Il fiscal compact. Hanno votato senza nemmeno i rimorsi di facciata l’allineamento fiscale che ci impedirà per i prossimi 20 anni ogni possibilità di crescita. Deficit a zero dal prossimo anno (paesi di riferimento per le economie liberiste lo hanno almeno all’8% del PIL – Stai Uniti, Giappone, ecc). E debito da ridurre dal 120% al 60% in 20 anni. Una morsa d’acciaio che impedisce alla gente di lavorare, alle imprese di investire e in generale al denaro di circolare. Ovvero impediscono all’unico indicatore di riferimento per la buona salute di un economia liberal-liberista di crescere. Il PIL. Praticamene il serpente che si morde la coda.

3)      La TAV. Mentre si impegnano a rispettare tagli e austerità non una parola sulla TAV. Anzi i loro sindaci sono addirittura d’accordo. Un’opera inutile che costerà solo di spese vive 22 miliardi. Ovvero un paio di Leggi di Stabilità. Il motivo è ovvio. La maggior parte delle concessioni le hanno le cooperative rosse.

4)      Berlusconi e Monti. Usano il primo come spauracchio per convincere gli anti-puttanieri, gli idioti bigotti che pensano che sia il numero di amanti che determina la levatura di uno statista. E che quindi per contrasto l’eunuco Bersani sia necessariamente un politico integerrimo. E’ un vecchio trucco mediatico la stigmatizzazione dell’opposto. Con Monti invece si alleeranno comunque vada il voto. L’agenda politica la dettano i mercati. E ai mercati e ai partner euroamericani Monti piace di più. Perché garantisce interessi ben precisi. L’editoriale del Financial Times è solo una bacchettata per ricordare a Monti chi comanda e cosa gli si chiede di fare. O di far fare.

5)      L’ingovernabilità. Pur di avere i numeri faranno come nella precedente legislatura Prodi. Accordi con chiunque. Metteranno insieme SEL e Monti, Casini e Ingroia. E il pastrocchio si risolverà in mesi di enpasse durante i quali non si riuscirà a concludere nulla. L’importante è occupare le sedie. Insediare una nuova legione di garantiti che poi restano lì quando il governo cade. A garantire il presidio dei nodi strategici della Pubblica Amministrazione.

6)      Napolitano e la procura di Palermo. Il loro uomo al Colle era stato probabilmente colto con le mani nella marmellata al telefono con Macino. Oggi plaudono alla sentenza che intima alla Procura di Palermo di distruggere quelle intercettazioni. Ma se non aveva nulla da nascondere perché il Presidente della Repubblica ha sollevato la questione? Vi piace una democrazia che rende i suoi massimi rappresentanti sempre più immuni alla giustizia valida per i cittadini normali?

7)      Quello che non si può fare. Sul programma non c’è scritto. Provate a leggerlo. Ci sono scritte cose mirabolanti, studiate apposta per sedurre l’indeciso. Poi però non c’è una bella tabellina che dice quanto costa questo e quanto costa quello. E dove si vanno a prendere le risorse. E come la mettiamo con i vincoli europei, il pareggio di bilancio e tutte le menate europeiste che come vassalli ci obbligheranno a rispettare?

8)      Disonestà intellettuale. Il PD parla oggi come se durante l’anno mirabilis del governo dei mercati per mano di Monti loro fossero altrove. E non a votare i provvedimenti sulla reintroduzione dell’Imu, sui tagli alla spesa, su pensioni e lavoro. E’ vero, hanno mutato queste leggi pro domo loro introducendo emendamenti. Ma questo non li giustifica. Tutt’altro, li rende ancora più responsabili della paternità delle leggi in questione.

9)      Gli F-35. Dopo l’Imu utilizzano anche i caccia come esca per l’elettore. Danno dei populisti agli avversari – da Berlusconi a Grillo – come il bue dà del cornuto all’asino. Mi chiedo dove erano quando quei capitoli di spesa venivano votati e i loro parlamentari sottoscrivevano. 16 miliardi per 131 aerei. Praticamente un’altra legge di stabilità.

10)   La decima buona ragione la lascio al lettore … vediamo chi mi aiuta a trovarne una. Magari da mettere in cima alla lista.


7 responses to “10 buoni motivi per non votare PD

  • gppelosi

    Da parmigiano, come decimo motivo indico il sostegno del PD locale alla costruzione dell’inceneritore, decisione sciagurata che andrà ad impattare in maniera drammatica sulla salute delle generazioni che ci seguiranno.

  • Tengri

    Eh … poi se scendiamo nei territori sai quante altre ne troviamo di queste bravate🙂 Grazie per il commento

  • Claudio

    Ottimo post. Mi ha aiutato a razionalizzare il motivi per cui comunque non avrei votato PD. Ed é vero che la politica non dovrebbe essere tifoseria ma uso della ragione.

    • Tengri

      Grazie Claudio. Se nel mio piccolo sono riuscito ad aiutarti sono felice. Vinceranno comunque. Hanno la più potente macchina da guerra che esista al mondo. Il martello pneumatico dei media che sfilacciano le coscenze e lavano anche il cervello di persone potenzialmente intelligenti e critiche.

  • Valerio Ricci

    Bell’articolo scritto da un bravo grillino, purtroppo ho smesso di leggerlo al punto 1. Chiunque pensi che sia possibile un ritorno alla lira o è in malafede o peggio ancora è stupido.

  • Tengri

    Va beh. Ti ho pubblicato il commento nonostante gli insulti e nonostante dentro ci sia il vuoto pneumatico. Nessuna argomentazione, nessun criterio. Solo il dogma. Il che mi autorizza a mantenermi sullo stesso piano dialogico. Quindi ti beccherai qualche velato (spero) insulto anche tu. Ma cercherò anche di argomentare. Perché io a votare ci vado con il cervello. Infatti non ho paraticamente mai votato per la stessa formazione politica. E per anni ho proprio annullato la scheda. Visto che non avevo chi mi rappresentasse. Nemmeno parzialmente.

    E’ evidente che devi essere un tifoso del magggggico Piddi-piddielle-viva Monti. Sì, un tifoso. Uno di quelli che votano come vanno alla partita. Che pensano con il cervello degli organi di partito. Perché se cecassi di far fare un piccolo sforzo all’unico neurone di cui la natura ti ha dotato (te l’ho detto che qualche insulto te lo beccavi), invece di ascoltare solo i profeti monetaristi ti potresti rendere conto di un sacco di belle cose. Che incrinerebbero la tua fede nella religione monoteistica dell’euro.

    Ma visto che le mie parole potrebbero suonarti come quelle di un profano ti rimando a quelle di uno che fa l’econmista di mestiere. E che riporta le teorie di Premi Nobel applicate alla situazione italiana. Poi fai te …. Ovvio il tuo neurone unico (come la moneta) dovrà impegnarsi un po’ perché per informarsi bisogna impegnarsi. Le minchiate monosillaba che raccontano nelle sezioni di partito sono ciò che sono. Minchiate.

    Buona lettura

    http://goofynomics.blogspot.it/2012/10/istruzioni-per-luso-20.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: