Parola di …

Qualcun altro in Italia si appresta a fondare un partito. Si tratta si un pericoloso rivoluzionario. Ascoltate i suoi proclami complottisti e dietologici. [tratto da un’intervista di oggi al Corriere della Sera]

“Voglio partire dalla periferia verso il centro, dal basso per andare in alto, dal surreale al reale”

“La politica di Monti è stata distruttrice. Troppe tasse, troppa paura. Un conto è tassare il reddito prodotto. Un conto è impedire con le tasse che il reddito sia prodotto”.

“Lo stato di necessità imposto dalla crisi e dall’emergere della nuova superpotenza mondiale, i mercati finanziari, rischia di esautorare il Parlamento, di minare la democrazia. Il governo Monti procede per decreti e voti di fiducia. Siamo a 40. Il voto libero non esiste più”

“Oggi siamo di nuovo in guerra. E noi rischiamo di perderla se per paura accettiamo di farci colonizzare. Se votiamo per dare il nostro consenso al nostro suicidio assistito”.

“Non esiste che si vada in Germania e ci si senta dire da chi deve essere governata l’Italia. Tra poco ci diranno che il debito non lo possiamo più onorare e che l’Italia deve chiede l’”aiuto”

“Non ci vogliono distruggere. Ci vogliono logorare per colonizzarci”

“Chiederemo un referendum propositivo sull’Europa”

Parola di Giulio Tremonti. Il movimento/partito si chiamerà 3L (lista lavoro e libertà). O magari “avanti insieme”.

Possibile che anche Tremonti veda gli stessi spettri che vedono i blogger sediziosi e complottisti? Il colonialismo teutonico che darebbe completamento al piano hitleriano della Grande Germania senza bisogno dei cannoni? La finanza internazionale come superpotenza che gioca trasversalmente rispetto ai governi e li manipola? Addirittura l’inutilità del voto nella democrazia contemporanea. E poi il referendum sull’Europa.

Ma professore, per favore. Lei è una persona seria. Queste idiozie le lasci dire a noi!!!


2 responses to “Parola di …

  • Mario Intini

    è indubbio che è in atto una cannibalizzazione europea. Forse non premeditata, ma opportunamente, adesso, sostenuta. A ragione, si potrebbe dire. Ma, quanto della riduzione del Meridione d’Italia allo stato in cui versa è stato funzionale al Nord industrializzato? Ed quando del Sud d’Europa, corrotto e amorale e tutto quello che vorremmo aggiungerci, è stato funzionale al Nord Europa?
    Nello scenario globalizzato e continentale che va rafforzandosi, l’Europa rimane sempre la terra delle diversità… inattese.
    Non sarà un complotto premeditato, ma certamente un’assise di banditi ci ha reso complici, inconsapevoli ma complici, di questa commedia europea. Soprattutto per l’infima caratura dell’èlite tutta e dei popoli ubriachi di luna park.
    Adesso la festa è finita… e la munnizza non la tira su l’èlite (che mi pare vada paternalisticamente adoperandosi per perpetuare sè stessa dopo che è stata autore protagonista di questa situazione) ma il NOI che è scritto in cima alla testata di questo blog. Ed è un NOI parziale.
    Tu da che parte stai? Questo è decisivo… oltre le grillate di facile commento!

    • Tengri

      Da che parte sto? La domanda che mi sembra più appropriata è: esiste ancora una parte da cui stare? Ma soprattutto … anche individuata una parte da cui stare, l’azione di queste “parti” ha qualche speranza di essere efficace? Di incidere? O si tratta solo di tentativi velleitari che servono a darci la sensazione di “fare qualcosa”. Contonuando a vivere nella speranza che il meccanismo basato sull’intereccio perverso fra affari, politica e media sia riformabile, modificabile, trasformabile?

      La realtà, osservata per ciò che è, con un po’ di sano cinismo realista parla di qualcosa di molto diverso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: